L’AVVENTURA ROSA HA INIZIO
6 Giugno 2018
IL GIRO DELLA MASTROMARCO SENSI NIBALI SI TINGE DI BLU
14 Giugno 2018

09-06-2018/ Al terzo giorno di gara, nella tappa da Nonantola a Sestola di 138.2 km con 3 gpm e l’arrivo in salita sugli Appennini modenesi, il Giro d’Italia della Mastromarco Sensi Nibali si è acceso. Il merito è del corridore umbro Michele Corradini che nel finale di tappa si è reso protagonista di un bell’attaco in discesa. L’umbro così facendo si è riportato sui migliori e poi ha affrontato bene la salita finale verso Sestola chiudendo in terza posizione a una trentina di secondi dal vincitore di giornata, che ha conquistato anche la maglia rosa, l’austriaco Markus Wildauer della formazione continental Tyrol Cycling Team.

“Sono contento, oggi è stata davvero una tappa molo impegnativa. Ci tengo a fare bene in questo Giro. La prestazione odierna dice che continuo ad avere la buona condizione che nelle ultime settimane mi ha permesso di essere molto competitivo. E’ vero, sono arrivati tanti podi ma manca ancora la vittoria nel 2018, però un risultato così al Giro per me e la squadra vale davvero molto e soprattutto mi da fiducia e morale per continuare a impegnarmi. Oggi attaccare in discesa è stata la mossa migliore; in questo tentativo mi ha seguito anche il danese Iversen. Poi in salita ho sentito che le gambe giravano ancora bene, sono riuscito anche a vincere l’ultimo gpm di 2a categoria prima del falsopiano finale che portava al traguardo dove però l’austriaco ha fatto la differenza su tutti” dice Michele Corradini classe 1996 originario di Perugia ma trapiantato in Toscana.

Grazie alla prestazione odierna Michele Corradini ora è anche quarto nella classifica generale a 49 secondi dalla maglia rosa Wildauer.

“Essere così in alto nella classifica è una bella soddisfazione. Siamo solo all’inizio del Giro, ora andiamo avanti giorno per giorno cercando di dare il massimo e ottenere il meglio da ogni tappa. Domani dovrebbe essere una tappa di pianura senza troppe insidie (n.d.r. sarà la tappa più lunga del Giro 164.3 km), dico relativamente tranquilla perché il primo giorno a Forlì nelle prime due ore il gruppo ha fatto delle medie pazzesche. Poi lunedì si tornerà a salire con l’arrivo di passo Maniva dove sicuramente ci sarà selezione. L’obiettivo resta una vittoria di tappa e vivere altre giornate da protagonista come questa” spiega Corradini.

“Avevamo programmato di fare bene questa tappa di Sestola con Corradini e direi che ci siamo riusciti. Lui ha disputato un buon prologo senza perdere troppi secodi e ieri è rimasto coperto in gruppo. Oggi prima si è mosso Baccio, entrando nella fuga iniziale e poi nel finale si è mosso Corradini. Ha fatto una bella azione in discesa che gli ha permesso di rientrare sul grupetto davanti e poi è stato bravo a tenere un buon ritmo, salendo del suo passo senza strafare,  sull’ascesa finale verso Sestola. Oggi direi bene a anche Covili e La Terra che dietro a questo punto non si sono più mossi e hanno controllato avendo un compagno davanti, chiudendo con il gruppo dei migliori arrivato con un distacco di circa 45 secondi” dice il direttore sportivo Gabriele Balducci.

Guarda la tappa in TV in differita questa sera alle ore 00.15 su Rai Sport.

 

Tappa 2 , Nonantola-Sestola km 138.2
Ordine d’arrivo
1)Markus WILDAUER (Tirol Cycling Team) in 3.19’43”
2)Alessandro COVI (Team Colpack) a 33″
3)Michele CORRADINI (Mastromarco Sensi Nibali) a 36″
4)Johannes SCHINNAGEL (Tirol Cycling Team)
5)Wilmar PAREDES (Nazionale Colombia) a 42″

Classifica generale
1)Markus WILDAUER (Tirol Cycling Team) in 6.45’48”
2)Jasper PHILIPSEN (Hagens Berman Axeon) a 41”
3)Alessandro COVI (Team Colpack) a 48”
4)Michele CORRADINI (Mastromarco Sensi Nibali) a 49”
5)Matteo SOBRERO (Dimension Data for Qhubeka) a 52”

Classifiche complete: https://www.procyclingstats.com/race/giro-ciclistico-d-italia/2018/stage-2

Tutte le info sul Giro d’Italia Under 23: http://www.giroditaliau23.it/